la storia del b&b

Questa è la storia di Adele Emme B&B, il bed and breakfast che vorrei. La sua storia è anche la storia di chi lo ha creato, cresciuto, curato e continua a farlo: io.


La storia prima del b&b

Vivo a Roma da tanti anni, ma non sono "romana". Ci venni per studiare, mi laureai, e vi nacquero i miei figli a Roma. Per un bel po' di anni lavorai in Parlamento tra deputati e ministri, ma quando, come tutte le cose, anche i "Parlamenti" finiscono, io, che di girare tra i Palazzi mi ero già un bel po' stancata, guardai il mio cane e le chiesi "ed ora che facciamo?"
Detto fatto, cercai un'impresa edile, spostammo qualche muro, qualcun'altro lo buttaron giù e spuntò fuori "Il Bed and Breakfast che vorrei".
Era giunta l'ora  che questa casa così grande, che mi aveva sempre così impegnata per tenerla linda e decorosa, divenisse mia partner e socia in questa avventura e si impegnasse un po' anche lei, e la mia casa divenne un b&b a Roma.

Aprire la porta della propria casa  a "sconosciuti" è una strana sensazione che all'inizio mi spaventava un pò, ma son state le persone che han salito queste scale e  varcato le soglie del portone ad insegnarmi un pò alla volta cosa volevano da me e son loro che ringrazio : i miei Ospiti.


La storia del team

Nel tempo gli abitanti della casa son cresciuti, nel 2008 Vickj, la mia inseparabile amica, mi ha regalato dei cuccioli e ci siamo tenute Uendj, innamorata persa dei bambini, gatti e palline. Sono loro, che definisco "mie assistenti", che a richiesta, accolgono gli Ospiti visto che, chi meglio di un cane sa festeggiare l'arrivo a casa di qualcuno? E loro, cani da riporto, arrivano al cancello ed attraversando il giardino vi portano qui, a casa nostra che diventa anche un po' vostra e poi, ognuno a casa sua, sì perché da un unico appartamento ne son stati ricavati due: il vostro ed il nostro e sull'ingresso possiamo incontrarci, potete lasciarmi un messaggio o bussar da me se serve qualsiasi cosa.

Come sono

Sono una persona assai diretta ed "essenziale" non amo smancerie, e, senza mai rasentare l'invadenza, preferisco un' amicale confidenzialità.
Non credo si debba essere "professionali e distaccati" quando si gestisce un b&b, ma umani.
Amo le mie piante, il verde ed il giardino dove spesso zappetto un pò. Leggo, adoro scrivere e le mie passioni sono creare blog e passeggiare a Villa Ada. Colleziono sassi e mi invento lavoretti. Sono una fanatica di Google e del web, mi piace andare in bicicletta ed uscire coi miei cani che vanno pazze per i pesci nella fontana di via Dora al Coppedè. Son capaci di rimanervi anche ore ad osservarli, mentre turisti incuriositi smettono di fotografare il Quartiere Coppedè e fotografano loro.

Golden Retriever fontana Coppede' piazza mincio
Il  Coppedè da un altro punto di vista
Ufficialmente questo luogo si chiama "Adele Emme b&b" ma in molti ormai lo chiamano "il bed and breakfast che vorrei"  dove ogni persona  porta un pezzo del suo mondo e prende un pezzetto del nostro.
Questo era quello che volevo e viverlo sotto lo stesso tetto con persone nuove o che ritornano dona un fantastico senso di condivisione a tutto ciò che avviene qui.

Nell'aprile del 2013 la nostra adorata Vickj è diventata un Angelo che continua a seguirci in altro modo anche nella nostra attività: il b&b che vorrei con qualcosa in più.

B&B a Roma via Tagliamento, 55

Storia di Adele Emme B&B, Bed and Breakfast che vorrei

06 8412863 - 3288419151 - adelemme@gmail.com
Ispezionato ed approvato da Azienda Promozione Turismo - Comune di Roma - Prot.QA 1664