Textual description of firstImageUrl
Il Quartiere Coppedè

La passeggiata è breve, ma le cose da guardare tante.

Il Coppedè, questo "quartiere non quartiere", prese il nome dall'architetto che tramite esso realizzò un "Paese delle Fate"




Un lampadario di ferro battuto, un enorme arco decorato che collega i due angoli dell'immensa costruzione il cui ingresso è in via Tagliamento.

via Tagliamento: ingresso al quartiere Coppedè


Madonne e angeli, mostri ed elfi, tanto verde e lo zampillio della fontana delle Rane

Mosaici, cornicioni, colonnati, capitelli, fregi e decori.


Una vasca con i pesci, una bandiera in cima alla torretta, ma ciò che colpisce di più è l'inaspettato senso di quiete e maestosità.

Se ne sta lì sornione e silenzioso intorno alla Fontana delle Rane con i suoi archi, torrioni, decori, marmo e travertino. 
A volte ci si incontrano attori e gente comune, oppure turisti incuriositi dall'aver scoperto quasi per caso questo luogo dove il tempo sembra essersi fermato.


Accedi nel Quartiere Coppedè

Ci abitano persone, o ci sono studi di professionisti, ma in molti si chiedono se sia davvero così.
Ci sono uno studio della Rai, un Liceo Scientifico, una strada privata.

Di notte dalle finestre illuminate le alte volte degli interni con decori e volte di legno antico.






Vuoi saperne di più sul Coppedè?  Leggi le recensioni - consulta Wikipedia



Percorso da Adele Emme b&b al Quartiere Coppedè: